domenica 17 gennaio 2010

Polemiche per Kick Ass

Autori di fumetti, web e polemiche.

Un terzetto che va spesso a braccetto... perché fare polemica sul web, si sa, è il primo modo per stare al centro dell'attenzione e mettere sotto i riflettori i lavori di prossima uscita.
Ma non sempre c'è bisogno di perdere tempo con un'intervista bollente o un post da blog piccato, a volte il web fa tutto da solo...



Come nel caso di "Kick-Ass", il film tratto dal fumetto di Mark Millar e John Romita Jr.
All'uscita del trailer l'australiano, il Daily Telegraph ha diffuso la notizia che i Family Groups si sono dichiarati scandalizzati per il linguaggio scurrile della piccola Hit Girl, ma hanno deciso di non esporsi pubblicamente per non fare pubblicità gratuita al film.

Ma non c'è stato bisogno visto che c'ha pensato il Daily Telegraph a dare visibilità al tutto, seguito da The Straits Times, The Herald Sun e Metro che hanno riportato la notizia, accompagnati da una serie di notizie del tipo:

Sounds hilarious, its on my movie-to-see-list as of now.
I'd never heard of this film.....until now.

Sounds great. The producers should thank the Family Group for the free advertising!!


Con buona pace dei Family Group e per la felicità del portafoglio di Mark Millar.
Tutto questo ovviamente finché qualcuno non si renderà conto che il trailer istiga alla pedofilia...

1 commento:

Raffaele LaMontagna ha detto...

Scusami la domanda, ho rivisto quel trailer almeno una decina di volte, sia in inglese che in italiano, e vorrei saper perché mai il trailer istiga alla pedofilia ?