lunedì 24 dicembre 2007

Il Vendicatore Mascherato: "nulla rimarrà impunito!"

Esordisce la nuova rubrica aperiodica del Comicus Blog: con un sottotitolo che omaggia la mai dimenticata prozine "Made in USA", questo spazio si ripromette di essere un appuntamento critico sul modo in cui i media non di settore trattano e si relazionano con il fumetto in tutte le sue forme, sempre nello stile blogghesco che ci caratterizza. La partecipazione dei lettori nel segnalare casi degni di nota sarà molto importante per la riuscita della rubrica stessa, quindi fatevi avanti!

Il primo, emblematico, caso di cui si occupa il Vendicatore Mascherato è:

La Repubblica delle Donne vs i "limiti" del fumetto

Antefatto: durante l'ultima kermesse lucchese, un attento Zio-P si trovava alla conferenza stampa della 001 Edizioni per conto di Comicus. Alla fine della conferenza il sopracitato "cronista" si recava allo stand della 001 chiedendo ulteriori informazioni e ricevendo gentilmente in cambio ulteriore materiale informativo sulle ultime uscite ed in particolare su Modotti: una donna del ventesimo secolo di Angel De la Calle (tra l'altro presente alla conferenza).

Quindi, al momento dell'analisi del materiale informativo di cui sopra lo scrivente si imbatteva in un articolo scritto da Gian Domenico Iachini e da tratto da "D La Repubblica delle Donne" del 27/10/07, sempre riguardante Modotti.
Oltre a elogiare l'opera, il finale del breve articolo riportava la seguente frase: "Pubblicata in occasione del festival internazioneale del fumetto [...] la Modotti dei De La Calle è un'opera nata dalla ricerca di una risposta alla duplice domanda su come poter affrontare la storia di questa donna e allo stesso tempo i limiti narrativi dello strumento espressivo del fumetto".
"limiti narrativi dello strumento espressivo del fumetto" ?????
E quale sarebbero i limiti narrativi del fumetto rispetto, giusto per fare un esempio, alla narrativa? o alla pittura? o al cinema?
Perché o la frase viene argomentata in modo più esaustivo, oppure se ne potrebbe dedurre (magari fraintendendo, chissà) che il giornalista ritiene il fumetto una forma espressiva "limitata", magari di serie B o C.
Cosa che, se così fosse, al Vendicatore Mascherato non andrebbe proprio giù.

2 commenti:

Ray Palmer Jr ha detto...

Scusate il commento OT ma nella nuova versione del sito non trovo più la lista mensile del Mega, quella di dicembre è stata pubblicata....o no?

Grazie e ciao...
e Buon Natale!

Ray

Gennaro Costanzo ha detto...

http://www.comicus.it/search.php?section=checklist

;)